BRICOMAGAZINE GIUGNO-LUGLIO 2022

102 | BRICOMAGAZINE COMUNICANDO a cura di Claudia Perolari Henkel, confezioni degli adesivi al consumo senza plastica Henkel introdurrà confezioni prive di plastica per tutti i suoi adesivi al consumo. Il primo a beneficiare di questa importante innovazione è l’iconica colla stick Pritt: i nuovi blister sono fatti completamente di carta, di cui almeno l’85% riciclata, e sono riciclabili al 100%. Questa soluzione, che contribuirà a far risparmiare 1.000 tonnellate di plastica l'anno, è un ulteriore tassello della strategia di sostenibilità che si propone di raggiungere importanti obiettivi in termini di economia circolare entro il 2025. Commenta Berna Aksu, International Brand Manager di Pritt presso Henkel: “Il nuovo packaging è un vero e proprio punto di svolta e siamo orgogliosi di presentarlo dopo un intenso lavoro di sviluppo e vari adeguamenti della nostra catena di approvvigionamento. L’obiettivo è estendere lo stesso concetto di imballaggio all'intero portafoglio di adesivi al consumo e ridurre la nostra impronta di plastica di 1.000 tonnellate all'anno”. INFO: www.henkel.it i Vileda, la factory di Roncello modello di sostenibilità Il 31 maggio abbiamo visitato la factory di Roncello (MB), massima espressione della capacità produttiva di Vileda in occasione del press day organizzato da FHP di R. Freudenberg sas, la filiale italiana del gruppo tedesco Freudenberg Home and Cleaning Solutions. FHP è attiva in Italia con i marchi Vileda, Gimi, Wettex e Marigold. Lo stabilimento, sviluppato su una superficie complessiva di 23.000 mq – dal 1996 ad oggi – ha saputo evolversi in un’ottica di valorizzazione del patrimonio territoriale, sociale ed economico, con una crescita interna continua, come dimostrato anche dall’incremento dell’organico, passato dalle iniziali 60 alle attuali 134 persone. L’impianto produttivo è dedicato ai sistemi di pulizia – dove vengono realizzate le parti plastiche, quali i secchi e gli strizzatori dei sistemi lavapavimenti, i corpi scopa e i manicotti – e alla realizzazione delle scope. Nella factory di Roncello si realizzano anche i modelli più performanti e innovativi della categoria scope, la cui produzione parte da milioni di piccole scaglie ottenute dalla macinatura di bottiglie di plastica: ogni anno, qui, vengono lavorati i fiocchi di circa 97 milioni di bottiglie in PET che una linea semi automatica da 200-300 kg/ora dedicata all’estrusione di fibre trasforma in fibre plastiche e trasformati in setole per le scope. Dal 2006, quando Vileda ha cominciato a produrre scope con setole realizzate in PET riciclato, il sito produttivo ha generato circa 930 milioni di chilometri di filamenti, l’equivalente di un’intera orbita della Terra intorno al Sole. Alcuni prodotti Vileda realizzati a Roncello sono anche certificati da “Plastica Seconda Vita”: il Sistema lavapavimenti Vileda Turbo e Vileda Revolution sono realizzati con il 40% di plastica riciclata; il solo secchio di Vileda Turbo è al 75% riciclato (colore grigio scuro). Saint-Gobain a sostegno dell’inclusione delle persone affette da autismo Saint-Gobain, leader dell’edilizia sostenibile, è stato partner di In&Aut Festival, il primo grande evento su inclusione e autismo che si è svolto in maggio a Milano, presso la Fabbrica del Vapore. L’iniziativa, aperta al pubblico e patrocinata dal Comune di Milano e dalla Regione Lombardia, ha affrontato i temi della diagnosi, terapia e vita adulta delle persone affette da disturbi dello spettro autistico, allo scopo di favorirne l’inclusione lavorativa. Alla cerimonia inaugurale di In&Aut, oltre alla presidente del Senato Maria Elisabetta Casellati, erano presenti anche il Sindaco di Milano Giuseppe Sala, la vicepresidente della Regione Lombardia Letizia Moratti e numerosi parlamentari, figure politiche, istituzionali comunali e regionali. INFO: www.vileda.it i INFO: www.saint-gobain.it i

RkJQdWJsaXNoZXIy Mzg5ODQy