BRICOMAGAZINE GIUGNO-LUGLIO 2022

Mondobrico: i nostri asset? Disponibilità di merce e servizio consulenziale a un lato articoli sempre in pronta consegna, a partire dai beni di prima necessità, oggi più richiesti dal cliente; dall’altro lato una crescente attenzione al consiglio specializzato, in un’ottica di fidelizzazione dell’utenza. Sono, questi, due dei punti chiave della strategia di sviluppo di Mondobrico, insegna con all'attivo un network di 7 punti vendita, distribuiti fra le regioni Lombardia e Piemonte. Ne abbiamo parlato con Paolo Cesaretto, titolare dell’insegna. Come sta andando il 2022? Il quadrimestre gennaio-aprile è stato un po’ sottotono rispetto alle performance importanti realizzate nel 2020 e 2021. Ciò non sorprende visto che, con lo scoppio della guerra in Ucraina e i timori rispetto alla crescita dell’inflazione, il consumatore è stato più oculato nelle spese. In maggio, comunque, abbiamo pareggiato il calo del periodo precedente, e più in generale riteniamo di poter recuperare nell’anno almeno una parte della perdita, anche se siamo consapevoli che il cliente continuerà ad essere più attento a ciò che spende. Vuol dire che in generale gli scontrini sono più bassi? Non necessariamente. Significa piuttosto che il consumatore sta facendo più spese mirate, mentre è meno portato a comprare ad impulso. L’utente tende inoltre a posticipare gli acquisti, ed a finalizzarli soprattutto quando ne ha veramente necessità. Prendo, ad esempio, due comparti come il giardino ed il condizionamento, che nella stagione calda sono fra quelli con i fatturati più interessanti. Ebbene, anche in questi segmenti notiamo che tanti consumatori preferiscono comprare ciò che realmente serve, lasciando meno spazio al superfluo. È così anche per settori come il decorativo e l’abbellimento casa, che dalla pandemia in poi hanno conosciuto un trend di crescita stabilmente positivo? La politica di crescita del retailer poggia su assortimenti completi, per rispondere a ogni esigenza del cliente, e su assistenza personalizzata. 46 | BRICOMAGAZINE di Raffaella Pozzetti INTERVISTA Noi compriamo veramente molto prodotto, e con grandissimo anticipo; tant’è che abbiamo aumentato il valore del magazzino. Questa strategia ci consente di avere sempre disponibilità di merce e quindi di non mancare nessuna vendita. D Paolo Cesaretto, titolare di Mondobrico.

RkJQdWJsaXNoZXIy Mzg5ODQy