BRICOMAGAZINE GIUGNO-LUGLIO 2022

centri brico olandesi hanno messo a segno una forte crescita nel 2020. I ricavi totali sono aumentati del 24,3% raggiungendo i 4,1 miliardi di euro, secondo i dati di GfK pubblicati sul sito servizi dell'industria olandese mixonline.nl. Il segmento della decorazione ha beneficiato della crescita maggiore con un’impennata del 30%. Anche i materiali da costruzione e i prodotti chimici per l'edilizia (+29%) e il giardinaggio (+28%) hanno registrato una forte crescita. Aumenti più contenuti hanno invece interessato i sanitari e piastrelle (+12%) e i materiali elettrici. Mentre i ricavi nel comparto delle vendite al dettaglio non alimentari negli 11 settori presi in considerazione da GfK sono diminuiti soltanto dell'1,4% nel primo trimestre del 2021 rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, i centri brico sono stati invece colpiti duramente. Secondo i ricercatori, i ricavi totali sono diminuiti di quasi il 40%, una caduta verticale che tuttavia va attribuita esclusivamente al lockdown imposto ai negozi a partire da metà dicembre. Nel secondo trimestre, il calo delle vendite è stato meno drastico pur registrando una contrazione del 14%. Nel complesso, GfK ha calcolato un calo dei ricavi del 16,4% a 3,4 miliardi di euro per il 2021. Rispetto al 2019, l'anno precedente lo scoppio della pandemia, tuttavia, le vendite nel 2021 sono cresciute di oltre il 3%. Utensili e ferramenta hanno perso pesantemente lo scorso anno (entrambi -24%), seguiti dai materiali elettrici (-19%), decorazione (-18%), sanitari (-15%) giardinaggio (-13%), materiali da costruzione e prodotti chimici per l'edilizia (-11%). Il calo è stato più contenuto per i componenti da costruzione con -6,5%. INTERGAMMA PUNTA ALLA DIFFERENZIAZIONE DEI FORMATI Il principale operatore del paese nel settore del fai da te è il gruppo Intergamma, che alla fine dello scorso anno contava 296 punti vendita con insegna Gamma (165 negozi) e Karwei (131) con una superficie di vendita complessiva di quasi 930.000 metri quadrati. InNel 2020, il primo anno segnato dalla pandemia, l'industria olandese del fai da te ha registrato una crescita a due cifre delle vendite. Nel 2021, tuttavia, i ricavi sono diminuiti bruscamente. Soprattutto nel primo trimestre, gli operatori hanno dovuto fare i conti con una drastica contrazione. I 94 | BRICOMAGAZINE di Sylvia Herzog DAL MONDO La situazione del settore fai da te in Olanda

RkJQdWJsaXNoZXIy Mzg5ODQy