BRICOMAGAZINE MAGGIO 2022

INTERVISTE RETAIL • ORIZZONTE • GOBRIKO • MECSTORE VISITATI PER VOI • BRICO IO GROTTAMMARE • BRICOLARGE TAORMINA • ECOBRICO PISOGNE TENDENZE • DONNE E NEGOZI BRICO • ECOMMERCE, I NUMERI • LE COMMUNITY WEB Elettrico: consulenza e didattica al centro INSERTO PRATICO VISUAL MERCHANDISING STORE PLANNING: MAPPARE UNO SPAZIO COMMERCIALE MAGGIO 2022 - Anno 19 - N° 4 CLICCA QUI PER SFOGLIARE PELLET BOOK

PRETRATTAMENTO PRIMA DI LAVARE L’AUTO RIPRISTINO LAVAGGIO RIFINITURA & PROTEZIONE Per un lavaggio corretto, segui tutti i passaggi suggeriti e i nostri consigli, in modo da prevenire l’invecchiamento precoce dell’auto e mantenere l’aspetto originale come da nuova. PER UN OTTIMO RISULTATO, SEGUI QUESTE FASI: Posiziona l’auto in una zona d’ombra e bagnala con un getto d’acqua fredda nel caso sia ancora calda. Inizia il prelavaggio agendo sullo sporco più ostinato, rimuovendo insetti / moscerini ed eliminando le contaminazioni dai cerchi. Comincia dall’alto e lava piccole porzioni per volta. Prova ad usare due secchi: uno con acqua e shampoo, il secondo con acqua per risciacquare. Per i cerchi, aiutati con una spazzola per raggiungere i punti nascosti. Procedi a eliminare gli eventuali graffi superficiali dalla carrozzeria e a rimettere a nuovo i fanali della tua auto. Passa alla lucidatura: scegli un prodotto specifico che garantisca lucentezza e protezione. Per un risultato ottimale, utilizza due panni, uno per la stesura della cera e uno asciutto per la rifinitura. Trattamenti di bellezza ESTERNI ILMIGLIORMODO PER PRENDERTI CURA DELLA TUAAUTO COME TRATTARE AL MEGLIO LA TUA AUTO, ASSICURANDOLE UNA PULIZIA IMPECCABILE? Prova i nostri trattamenti di bellezza e segui i consigli utili per trattare gli esterni e gli interni e preservare la tua auto dall’invecchiamento. IN VENDITA NEI MIGLIORI NEGOZI E SU MAFRA.SHOP

PROTEZIONE PLASTICHE PULIZIA VETRI La pulizia degli interni, oltre all’igienizzazione periodica delle superfici e dell’impianto di condizionamento, è fondamentale per ottenere un ambiente salubre per tutti gli occupanti soprattutto nei confronti di bambini e animali. PER UN OTTIMO RISULTATO, SEGUI QUESTE FASI: Libera l’interno dell’auto da tutti gli oggetti. Tira fuori dall’auto i tappetini e procedi alla loro accurata aspirazione. Passa quindi a sedili e bagagliaio, facendo attenzione anche a tutte le zone meno accessibili dove si deposita sporco e polvere. Procedi alla pulizia dei diversi materiali con pulitori specifici per i tessuti e le pelli degli interni; utilizza panni in microfibra morbidi e puliti. Per l’igienizzazione completa dell’interno auto, utilizza un prodotto specifico per le superfici. Passa poi a igienizzare l’aria dell’abitacolo e neutralizzare i cattivi odori. Utilizza un prodotto specifico per la pulizia e la protezione delle plastiche. Stendilo con un panno in microfibra per raggiungere facilmente i particolari più nascosti. Per la pulizia dei cristalli utilizzare sempre un prodotto specifico e due panni in microfibra, uno per detergere la superficie e rimuovere lo sporco e l’altro per rifinire ed evitare gli aloni. Trattamenti di bellezza INTERNI ASPIRAZIONE PULIZIA PELLE, TESSUTI E PLASTICHE SANIFICAZIONE SANIFICAZIONE INTERNI SEGUICI SU

BRICOMAGAZINE | 3 Editoriale ................................................................ 8 News ...................................................................... 12 EVENTI Bricoday, crescono espositori e contenuti ..................... 26 di Massimo Casolaro EVENTI Da Progetto Fuoco a Pellet Book, biomasse protagoniste .............................................. 28 di Sara Cavallini VISITATI PER VOI Brico io Grottammare si amplia nell'offerta della cura della casa ................................................. 32 di Isabella Benaco DAL MONDO Maxeda: sì allo sviluppo dell'online, ma mai sacrificare gli investimenti nel fisico .............. 36 di Giovanna Marzano INTERVISTA Orizzonte investe nello sviluppo della rete e della logistica ..........................................38 di Raffaella Pozzetti DAL MONDO Distribuzione bricolage in Germania, un 2021 in rosso ..................................................... 40 di Claudia Perolari VISITATI PER VOI Ecobrico Pisogne, più green e omnicanale .................. 46 di Raffaella Pozzetti INTERVISTA GoBriko, l’ecommerce B2C 100% italiano per casa e giardino ...................................................50 di Alessandra Fraschini PUNTO VENDITA Guida pratica al visual merchandising operativo: store planning ........................................................... 56 di Dora Binnella VISITATI PER VOI Nuovo BricolaRge di Taormina: più spazio al decorativo ............................................ 62 di Isabella Benaco Sommario Bricoday 2022_26 Orizzonte_38 GoBriko_50 Netcomm Forum_74 Materiale elettrico e pile_84 Brico io Grottammare_32 Bricolage in Germania_40 MecStore_66 Ecobrico FDT_46 BricolaRge di Taormina _62 ANNO 19 - N°4 MAGGIO 2022

4 | BRICOMAGAZINE Sommario Colophon BricoMagazine è edito da EpE Edizioni S.r.l - Via Spezia, 33 20142 Milano - Tel +39 02 8950 1830 bricomagazine@epesrl.it bricomagazine.com Direttore editoriale e responsabile Massimo Casolaro massimo.casolaro@epesrl.it Coordinamento redazionale Raffaella Pozzetti raffaella.pozzetti@epesrl.it Redazione Claudia Perolari claudia.perolari@epesrl.it Sara Cavallini sara.cavallini@epesrl.it Segretaria di redazione Silvia Mariani silvia.mariani@epesrl.it Hanno collaborato Isabella Benaco, Dora Binnella, Alessandra Fraschini, Giovanna Marzano, Francesca Pacifici, Giulia Piccinelli, Raffaella Pozzetti, Anna Rucci Ufficio Grafico Claudia Bellelli claudia.bellelli@epesrl.it Foto: Andrea Lavaria andrea@andrealavaria.com Abbonamento Italia: 1 anno (8 numeri), euro 45 Per le modalità di sottoscrizione contattare l’ufficio abbonamenti: tel. 02.89.50.18.30 silvia.mariani@epesrl.it Pubblicità: EPE Edizioni Via Spezia, 33 - 20142 Milano Tel. 02 89501830 Direttore commerciale Maurizio Casolaro maurizio.casolaro@epesrl.it Testata volontariamente sottoposta a certificazione di tiratura e diffusione in conformità al Regolamento CSST Per il periodo: 1/1/2021-31/12/2021 Tiratura media: 4.550 copie Diffusione media: 4.410 copie Certificato CSST n. 2021-5593 del 24 febbraio 2022 Società di Revisione: Metodo Periodico iscritto al ROC (registro degli operatori della comunicazione) n° 3231 in data 30/11/2001. Autorizzazione Tribunale di Milano n° 381 del 3/6/2004 Activa 5 Alfer 2 Annovi Reverberi 73 Bagattini 6-7 Berni 18 Bot Lighting 77 Brand-Feridras IV cop. Brico2b - Brigest 79 Bricoday 10-11 Bricolife 43 Brico Ok 55 Cribel 24-25 Dcg 17 Ecoplast 49 Effezeta 65 Evoluzione Brico III cop. Fdt group 69 Ferrari Group 14 Finedin - Ecopictor 19 Inofix 87 I.O.I 30-31 IT Selling Solution 91 Kemper 81 Lampa 21 Ma-Fra II cop.-1 Olivo 97 Pagano Fiori 95 Pakà 9 Proxxon 15 So.Di.Fer 61 Stark 53 Tecfi 35 Viglietta 23-89 Vinco 103 Zippo 45 Inserzionisti Nuova certificazione 2021 INTERVISTA MecStore: la crescita passa dalla focalizzazione sul core business .... 66 di Raffaella Pozzetti TENDENZE Il bricolage è (anche) donna .......... 70 di Francesca Pacifici RICERCHE Ecommerce, la sfida continua ....... 74 di Anna Rucci TENDENZE La community Leroy Merlin: leva di relazione e di business ....... 82 di Raffaella Pozzetti INCHIESTA Didattica e professionalità: le parole d’ordine per materiale elettrico e pile ............................. 84 di Giulia Piccinelli NUOVE APERTURE Restyling per il Brico io di Lugo (Ra) ................................. 94 di Claudia Perolari Doppietta di aperture Brico Ok in provincia di Lucca ..................... 96 di Sara Cavallini RUBRICHE Comunicando .............................. 98 Fiere ..........................................104 Prodotti in vetrina .......................106 Strumenti&Servizi .......................112 a cura di Claudia Perolari ANNO 19 - N°4 MAGGIO 2022

Activa srl - 20132 Milano - Italy - Via Feltre, 32 - Tel. +39 02 706 37 301 r.a. - Fax +39 02 706 37 228 - info@no-flyzone.net - www.thermacell.it CONTRO LE ZANZARE PER USO ESTERNO Riscopri il piacere di stare all’aperto

+39 035 940110 BAGA Line anche le nostre LATINA ed ELLENICA si colorano delle sfumature della LUNA ELLENICA 48x48x3,4 cm Pietra di Luna LATINA 24x48x3,2 cm Pietra di Luna

LATINA 24x48 Pietra di Luna ELLENICA 48x48 Pietra di Luna LA “PIETRA DI LUNA” COME MUST 2022 L’abbiamo presentata da poco e sta già riscuotendo un enorme successo. È la PIETRA DI LUNA, la nuovissima sfumatura firmata BAGATTINI® che abbiamo voluto inserire nella nostra linea di pavimenti per esterni BAGAFLAME. Nei mesi scorsi ve l’abbiamo presentata nella versione MEGA 60x60 cm e 80x40 cm, ma dato il riscontro positivo che i nostri clienti ci stanno dimostrando, abbiamo deciso di ampliare la collezione. Ed ecco che anche la nostra LATINA e la nostra ELLENICA si colorano di questa modernissima nuance, dove un grigio caldo tendente al greige e un bianco floreale si uniscono in un duetto di tonalità minimaliste e rassicuranti ispirate alla superficie lunare, creando un’armonia a dir poco perfetta. Queste due lastre sono inoltre impreziosite da una superficie con tessitura a spacco, che riproduce fedelmente un effetto pietra 100% naturale, creando un’interessante gioco di luci e ombre che dona movimento e personalità al pavimento. Questo effetto naturale unito alla modernità del colore PIETRA DI LUNA, riesce a creare un perfetto equilibrio di contrasti che, siamo sicuri, riuscirà a soddisfare anche i gusti più esigenti. VIVERE CON LEGGEREZZA Un ulteriore plus delle nostre LATINA ed ELLENICA risiede nel loro spessore che, con una media di 3,3 cm, è il più sottile della linea. Questa caratteristica rende queste lastre particolarmente leggere e quindi perfette anche per realizzare ampie terrazze, splendide balconate e rinomati giardini pensili, permettendo anche a chi non abita al piano terra di realizzare il suo carismatico pavimento per esterno effetto pietra a spacco 100% naturale. CASE HISTORY (Mirko, 42 anni, Seriate-BG) Io e la mia famiglia abbiamo da poco acquistato una nuova casa perchè avevamo bisogno di più spazio. Siamo però persone che non vogliono rinunciare allo stile e quando abbiamo dovuto scegliere il pavimento per la zona conviviale del nostro giardino ci siamo imbattuti nei pavimenti BAGATTINI® e ci ha da subito colpito questo nuovo colore Pietra di Luna. Scelta perfetta! A parte la qualità dei materiali, quello che più ci entusiasma è come questa tonalità si adatti ad ogni momento della giornata, risultando bella luminosa durante il giorno e attenuandosi e “riscaldandosi” man mano che il sole tramonta. Consigliamo assolutamente! Dettaglio Superficie effetto Pietra a Spacco Inquadra il QR-CODE e CONTATTACI per MAGGIORI INFO

8 | BRICOMAGAZINE Massimo Casolaro, direttore editoriale e responsabile. ANNO 19 - N°4 MAGGIO 2022 R

Via Fornace Braccini, 74 - 56025 Pontedera (PI) mobcavallini@gmail.com - infopakasrl@gmail.com Via Cese, 2 - 82030 Puglianello (BN) antoniopacelli@icloud.com - infopakasrl@gmail.com www.pakaitalia.it INTRODUCE NEL MERCATO ITALIANO

SPONSOR ® LA FILIERA DISTRIBUTIVA DEL BRICOLAGE SI INCONTRA A BRICODAY INTERO PADIGLIONE 3: PIÙ SPAZIO PIÙ SERVIZI PIÙ INIZIATIVE NUOVO SPAZIO PER LA SECONDA EDIZIONE DI BRICODAY LUCE NOVITÀ BRICODAY DEMO STORE: L'AREA ESPOSITIVA PER IL PUNTO VENDITA Per informazioni: Mail: segreteria@bricoday.it Tel. (+39) 02 8950 1604 www.bricoday.com

14a edizione Con 6-7 ottobre 2022 - Fieramilanocity POWERED BY

12 | BRICOMAGAZINE Alberto Cancemi è il nuovo direttore generale di Leroy Merlin Italia Alberto Cancemi (nella foto in veste di relatore in occasione del convegno di Bricoday 2021) è il nuovo direttore generale di Leroy Merlin Italia. Il manager, 43 anni, sostituisce Olivier Jonvel, che lascia l’incarico dopo aver accettato una nuova sfida come ceo di Bricomart Portugal, sempre del Gruppo Adeo. Ecco i primi commenti rilascati da Cancemi a seguito della nuova nomina: “Leroy Merlin è per me una grande famiglia, che mi ha permesso di fare un percorso straordinario grazie alle tante persone con cui ho condiviso il mio cammino. È un’azienda che mi ha insegnato valori importanti, come l’umiltà, il rispetto e l’abnegazione. Questi principi hanno guidato la crescita di Leroy Merlin in questi anni e continueranno a farlo in futuro”. Continua Cancemi: “La trasformazione che stiamo vivendo come azienda sarà sempre più orientata su questi tre pilastri: clienti, collaboratori e sostenibilità. Abbiamo investito in innovazione per diventare una realtà sempre più omnicanale, migliorando la nostra supply chain, offrendo nuovi servizi come il marketplace e la vendita a distanza e rendendo il nostro ecommerce su misura dei nostri clienti. Oltre ai prodotti, oggi, abbiamo servizi in grado di rispondere alle esigenze delle persone: dalla posa e installazione grazie ai nostri artigiani partner fino alla collaborazione con gli architetti per la nuova insegna Arky... La sostenibilità continuerà a essere al centro della nostra visione. Abbiamo tanti progetti in cantiere dedicati al rispetto dell’ambiente e all’impegno sociale per garantire un futuro a tutti gli abitanti del pianeta. Colgo l’occasione per ringraziare Olivier Jonvel, che dopo otto anni, di cui due di pandemia, ha lasciato un’azienda solida grazie alle sue straordinarie doti: passione, professionalità e lungimiranza”. Laureato in Giurisprudenza a Firenze, Alberto Cancemi inizia la sua esperienza professionale in Leroy Merlin Italia nel 2000 quando, da studente universitario, fa il proprio ingresso nel punto vendita di Firenze Campi Bisenzio per collaborare all’inventario. Il negozio toscano diventa, nei suoi primi anni in azienda, la scenografia della sua crescita personale e lavorativa: si è occupato di relazioni con la clientela e di risorse umane, nei negozi di Venezia e Bologna. Nel suo percorso, il manager ricopre ruoli di crescente rilevanza, prima come capo settore dei reparti pitture, ferramenta, sistemazione e cucina, poi come product manager nella centrale acquisti della sede Italia, successivamente nel 2012 ritorna a Bologna come direttore di punto vendita, occupandosi del primo rimodellamento del negozio. Nel 2015 accetta una nuova sfida in un contesto territoriale differente: viene infatti nominato direttore regionale dei negozi napoletani, pugliesi e siciliani: un’esperienza di grandi successi sul piano umano e professionale insieme al suo team. Nel 2016 assume il ruolo di offer leader all’interno del comitato di direzione Italia, dove contribuisce alla nuova organizzazione del market team, all’accelerazione dei prodotti a marchio proprio e alla ristrutturazione della offerta. NEWS Fidelizzazione: Leroy Merlin, Bricocenter e Bricofer vincono nell’home&garden Secondo l’Osservatorio Loyalty di Stocard nel 2021 il 33,7% degli utenti Stocard ha dematerializzato nell’app almeno una carta fedeltà dedicata a un brand di furniture, il 16,4% almeno una relativa al brico e il 2,1% almeno una del gardening. In merito al totale degli acquisti effettuati con carta fedeltà nel settore dell’home&garden nel 2021, al primo posto si piazza l’arredamento con il 55% degli acquisti, seguito dal brico (39,3%) e dal gardening (5,6%). Tra i brand a cui gli italiani sono più fidelizzati spiccano insegne brico quali Leroy Merlin, Bricocenter, Bricofer, Eurobrico e Brico io.

Superbonus 110%: opportunità o trappola per imprese e rivenditori? Negli ultimi due anni i vari Bonus e Superbonus hanno spinto il settore edile e quelli collegati dell’impiantistica e delle finiture con tassi di crescita a due cifre, che non si vedevano da moltissimo tempo. Alla fine del 2021 il Governo, nel riconfermare le misure a sostegno del comparto, ha introdotto un limite nella cessione del credito, che dal 2022 può ‘passare di mano’ una sola volta. Ricordiamo che la cessione del credito fiscale maturato in seguito all’acquisto di un bene o servizio beneficiario di Bonus o Superbonus è quello che consente all’utente finale di usufruire del cosiddetto ‘sconto in fattura’, ovvero di vedersi immediatamente scontate le somme da corrispondere anziché recuperarle in 10 anni come credito fiscale. Quindi uno strumento essenziale per il funzionamento delle agevolazioni. Inizialmente sembrava un intoppo grave, ma non tale da compromettere il meccanismo virtuoso: in fondo l’azienda deve cedere il credito solo alla propria banca… Il problema è che le banche a loro volta hanno a disposizione un plafond di crediti fiscali acquistabili che si sta rapidamente esaurendo e, non potendo più rivendere i crediti fiscali ad altri, smettono di liquidarli a imprese edili e rivenditori. I quali si trovano sul cassetto fiscale crediti che hanno anticipato ‘cash’ ai propri clienti e che non possono monetizzare perché nessuno può più comprarli. La cosa peggiore è che questo sta succedendo ‘in corso d’opera’, ovvero su lavori già eseguiti o in fase di ultimazione, per i quali non sarà possibile rivendicare dal cliente finale il pagamento completo. Ciò sta mettendo in difficoltà soprattutto molte imprese edili, con il rischio paradossale di avere fatturati alle stelle ma di dover portare i libri in tribunale. Nuovo consorziato per Fdt Group Il Consorzio Fdt si arricchisce di un nuovo consorziato: si tratta di China Antonio & C., azienda di Caltanissetta, in Sicilia, operante sin dal 1976 nel settore della ferramenta. A partire dal 1996 la società gestisce il centro commerciale a insegna ‘Centrolegno far da sé’ che sorge all’ingresso della città di Caltanissetta, presso un nodo viario tra i più transitati e facilmente raggiungibile da tutte le province limitrofe. Dal 2014 China Antonio & C. è un’azienda indipendente, e ben nota sul territorio; si evidenzia per un punto vendita di 2.500 mq di spazio interno, cui si aggiungono i 4.000 mq di parcheggio. Il negozio impiega 21 dipendenti. Happy Casa Store si espande nel Sud Italia Prosegue il percorso di sviluppo dell’insegna non food Happy Casa Store che, per il mese di aprile, ha messo a calendario 3 nuove aperture, tutte concentrate nel sud della Penisola. Si comincia dall’Abruzzo dove la catena, lo scorso 7 aprile, ha aperto un nuovo punto vendita a Montesilvano Marina, in provincia di Pescara. Il negozio sorge presso il centro commerciale Porto Allegro, in via Alberto D’Andrea. Si tratta di un punto vendita di 3.000 mq di superficie espositiva. A breve seguiranno due ulteriori aperture, entrambe localizzate in Sicilia: il 23 aprile si inaugura un nuovo negozio a Catania, presso il centro commerciale Porte Di Catania, in via Gelso Bianco. Lo store si estende su una superficie di vendita di 1.800 mq. Il 28 aprile Happy Casa apre un nuovo negozio a Vittoria, in provincia di Ragusa, contrada Marangio, SS 115 Km 295. Il punto vendita si qualifica per un’area espositiva di 2.100 mq. BRICOMAGAZINE | 13 SU BRICOMAGAZINE.COM TUTTI GLI AGGIORNAMENTI IN TEMPO REALE

14 | BRICOMAGAZINE Climatizzazione, parte bene il mercato nel 2022 Primo trimestre 2022 positivo per il settore della climatizzazione: i numeri rilevati da Assoclima indicano infatti percentuali in crescita per le categorie merceologiche economicamente più significative. Da evidenziare in particolare il gruppo di prodotti più importante per il canale di vendita del bricolage, quello dei climatizzatori mono split che fa segnare un ottimo +11,4% a volume e +17,1% a valore. Meno bene, ma sempre in area positiva i condizionatori multi split, con un sostanziale pareggio a volume ma una crescita del 15% a valore. Nel periodo gennaiomarzo 2022 risultano in crescita anche i sistemi per la ventilazione meccanica residenziale (+33,6% a volume e +44,2% a valore) e i condizionatori monoblocco, che chiudono il trimestre con +15% a volume e +18,8% a valore. Portobello si rafforza in Emilia-Romagna e nel Veneto Prosegue la strategia volta allo sviluppo della rete commerciale di Portobello, insegna retail dedicata ai segmenti casalinghi, piccoli elettrodomestici, elettronica e regali, tessile, cura della casa e della persona. La catena ha aperto 2 nuovi punti vendita nel corso di aprile, consolidando la propria presenza nel nord del Paese: in data 11 aprile è stato inaugurato un nuovo maxistore a Portogruaro (Ve), presso il centro commerciale Adriatico 2 con una superficie espositiva di circa 1.500 mq, e dà lavoro a 13 persone; il 14 aprile è stato aperto un secondo maxistore Portobello a Carpi (Mo), all’interno del centro commerciale Il Borgogioioso, con un’ampiezza di circa 1600 mq ed impiega 10 addetti. SU BRICOMAGAZINE.COM TUTTI GLI AGGIORNAMENTI IN TEMPO REALE

Macchine per il giardino, in calo il Q1 2022 I dati sulle vendite di macchine e attrezzature per il giardinaggio e la cura del verde - forniti dall’Associazione dei costruttori Comagarden (FederUnacoma) e dal gruppo di rilevamento statistico Morgan - indicano nei primi tre mesi dell’anno una flessione (-7,4%) fisiologica dopo la crescita record (+39,4%) registrata nel Q1 2021. Quanto alle specifiche tipologie di macchine, i decespugliatori, che perdono appena 2,7%, le motoseghe il 5,4% e i rasaerba l'8,1%. Più pesante il calo per i soffiatori/aspiratori a -11,1%, le tagliasiepi a -17,1%, i trattorini a -13,1%, i trimmer a -11,9% e gli atomizzatori/irroratori a -29,3%. In controtendenza risultano le forbici da prato (+27,8%), le potatrici ad asta (+13,2%) e gli zero turn professionali (+8,5%). In questo contesto le tipologie di mezzi con propulsione a batteria confermano il buon andamento degli ultimi anni, ed anche nel primo trimestre 2022 mostrano una dinamica positiva, in particolare trimmers, potatrici ad asta, motoseghe, decespugliatori e forbici da prato che registrano incrementi compresi fra l’11 e il 28%. La variabile meteorologica ha influito fortemente su questi dati: la stagione è stata anomala in quanto ha visto il prolungarsi del freddo anche nelle prime settimane di primavera e continua ad esserlo a causa della mancanza di precipitazioni piovose; la combinazione dei due fattori produce un rallentamento dell’attività vegetativa delle piante e quindi un ritardo nelle operazioni di manutenzione che si riflette sull’acquisto di macchinari specifici. Ma sull’andamento del mercato influiscono anche fattori relativi alle dinamiche della filiera produttiva e commerciale, vedi in particolare il rallentamento della produzione dovuto alla carenza di materie plastiche e ferrose per la fabbricazione delle macchine e l’aumento imponente del costo dell’energia, che comportano un ritardo nei tempi di consegna, e che hanno già causato l’esaurimento delle scorte di magazzino per alcune tipologie di mezzi. E-Mail: export@proxxon.com www.proxxon.it PROXXON GmbH DE-54343 Föhren steinicke wittlich PROXXON MICROMOT - L‘offerta completa per lavori raffinati. Dimostrate la Vostra competenza in micro-utensileria ! NEWS

16 | BRICOMAGAZINE Elettroutensili, record storico nel 2021 I dati Assutel confermano un andamento più che positivo per il settore degli elettroutensili nel 2021 con una crescita del 33% rispetto al 2020. Da mettere in evidenza come lo scorso anno, nonostante la pandemia, il settore fece registrare un risultato più che dignitoso, con un calo inferiore all’1% in valore e addirittura una crescita a volume, dunque l’impennata dello scorso anno non va a recuperare quote di mercato perdute, bensì innalza il livello delle vendite di settore di quasi un terzo rispetto ai livelli pre Covid, generando un cambio di marcia storico per questa importante merceologia che rappresenta poco meno del 6% delle vendite nel canale del bricolage (insieme agli utensili manuali, fonte GfK). Il comparto degli elettroutensili definiti ‘semiprofessionali’, quelli di maggiore interesse per il nostro canale di vendita. Precisiamo infatti che la definizione ‘semiprofessionali’ in realtà identifica gli apparecchi hobbistici di marca, visto che i dati Assutel fotografano le vendite dei brand leader associati, per distinguerli dai prodotti no name, private label, ecc. Ebbene, questo comparto ha fatto registrare una dinamica notevolmente diversa, almeno nell’evoluzione temporale, rispetto a quella del comparto professionale. Il semiprofessionale era letteralmente esploso nella seconda parte del 2020, con un quarto trimestre dell’anno nel quale le variazioni percentuali hanno superato il 40% e aveva chiuso l’anno pandemico con un +10% rispetto al 2019. Giocoforza, il segmento ha contribuito in maniera minore al risultato del 2021 vivendo un incremento del 18%. NEWS Naterial by Leroy Merlin, secondo negozio in Spagna In Italia il brand Naterial è conosciuto come il marchio proprio di Leroy Merlin per l’arredo giardino, ma in Spagna è una vera e propria insegna con negozi a sé stanti. Il primo showroom Naterial è stato aperto a Palma de Maiorca nel maggio del 2021 (1.000 mq), il secondo all’inizio di maggio 2022 a Sant Pere de Ribes, nelle vicinanze di Barcellona. Caratterizzato da uno spazio espositivo di 1.200 mq, il punto vendita ha comportato un investimento di oltre 250.000 euro e la creazione di 8 posti di lavoro diretti e più di 20 posti di lavoro indiretti. Il focus dello showroom è chiaramente indicato accanto all’insegna: mobili da giardino, barbecue, pergole. I prodotti sono tutti del marchio privato di Leroy Melin. Il negozio impiega collaboratori con un profilo specializzato in paesaggistica e decorazione del giardino e sono in grado di consigliare i clienti durante tutto il processo di selezione e progettazione dei loro spazi esterni. OBI interviene: non riapriamo in Russia A fronte della diffusione, sui media e sui social media, della notizia della riapertura dei punti vendita Obi in Russia, sulla base di fonti della stampa russa, la multinazionale ha diramato una nota stampa nella quale ribadisce la sua posizione. Come già comunicato ufficialmente lo scorso 7 marzo, l’azienda sottolinea cioè che tutti i punti vendita russi di Obi sono stati chiusi, così come le persone giuridiche sono state trasferite. Tutto ciò è stato effettuato, a condizione che il marchio Obi non venisse più utilizzato in Russia: “Chiariamo quindi, ancora una volta, che Obi non è, nè sarà più, nè direttamente nè indirettamente coinvolta in attività sul territorio russo – fa sapere l’azienda -. Informazioni diverse sono solo frutto di propaganda, sulle quali purtroppo non abbiamo modo di intervenire”. SU BRICOMAGAZINE.COM TUTTI GLI AGGIORNAMENTI IN TEMPO REALE

NEWS www.bernigroup.com Utilizzabile anche con manico estendibile Utilizzabile anche con manico estendibile Forbice elettrica Elettrosega Sega elettrica Batteria al litio 24 V Batteria al litio 21 V Batteria al litio 21 V FORBICI ELETTRICHE ED ELETTROSEGHE Al via la Borsa Italiana del Legno Sono oltre 400 i prodotti a base legno, suddivisi in settori merceologici affini, raggruppati in elementi che provengono direttamente dal bosco ed elementi che derivano dalle prime e seconde lavorazioni. È questa in sintesi la Borsa italiana del Legno che prende ufficialmente il via e che partendo dall’imballaggio, passando dalle biomasse e arrivando al settore delle finiture e dell’edilizia, coinvolge una filiera che comprende più di 13.500 imprese, con un turnover di oltre 9 miliardi di euro e 42.000 addetti. La piattaforma è promossa da Assolegno di FederlegnoArredo in collaborazione con Borsa Merci Telematica Italiana, con il supporto della Direzione Foreste del ministero delle Politiche Agricole e Forestali e UNCEM (Unione Nazionale Comuni Comunità Enti Montani). “Un nuovo strumento - spiega Angelo Luigi Marchetti, presidente di Assolegno - utile per tutta la filiera, che attraverso la creazione di una piattaforma digitale ha messo insieme domanda e offerta con l’obiettivo di avvicinare il settore forestale a quello industriale, attraverso la commercializzazione di specie provenienti da filiere di prossimità garantendo lo sviluppo armonico di tutti i loro anelli. Scambiare prodotti all’interno della Borsa italiana del legno - prosegue Marchetti - può essere il primo passo affinché industria e artigianato sviluppino un nuovo modello commerciale che si baserà anche sulla conoscenza del territorio in cui opera l’azienda, ma soprattutto su processi di digitalizzazione in atto”. Per l’operatività completa della Borsa del Legno sarà fondamentale definire partnership con i cluster territoriali e delineare un iter di sviluppo delle imprese di settore verso la valorizzazione del bosco italiano, ancor più indispensabile in questo momento storico di "caro materiali". “La Borsa italiana del legno – sottolinea Riccardo Cuomo, direttore di BMTI - rappresenta uno strumento all’avanguardia e innovativo a disposizione delle imprese del settore. BMTI crede fortemente in questo strategico progetto”.

Tecnomat: procede il renaming e apertura a Capodrise (CE) Prosegue il cambio di insegna dei negozi ex Bricoman in Tecnomat. Entro la fine del mese di maggio saranno già 12 i punti vendita con il nuovo nome, su 28 negozi complessivi. Il processo di renaming si svilupperà, in ogni regione, secondo tempistiche diverse: mentre i negozi di Sardegna e Sicilia sono già tutti a marchio Tecnomat, si sta lavorando all’introduzione del nuovo naming in Lombardia e in Piemonte. In queste due regioni, in particolare, sono previste anche azioni di remodelling della rete. Nel dettaglio, si procederà al remodelling del negozio di Segrate (Mi), che presenterà una nuova area showroom dedicata ai prodotti di finitura, e del negozio di Orbassano (To) che, oltre allo showroom, rinnova anche l’area edilizia. Si passerà progressivamente (da giugno) al renaming dei negozi in Emilia-Romagna e Puglia, per continuare via via nel resto delle regioni. L’obiettivo perseguito dall’azienda è di concludere il cambio di nome durante il mese di agosto, quando l’introduzione del nuovo marchio si completerà anche in Friuli-Venezia Giulia, ultima regione, assieme al Veneto, in cui è prevista la sostituzione dell’insegna da Bricoman a Tecnomat. Nel frattempo, lo scorso 9 maggio, all’Hotel Vanvitelli di San Marco Evangelista, si è tenuta la presentazione del progetto di Tecnomat per lo store di Capodrise (Ce), che verrà inaugurato il 14 dicembre. Il maxi store, che sorgerà nell’area dell’ex centro commerciale Giardini del Sole, sarà dotato di 17 casse, di cui 3 nel centro edilizia, e alla guida ci sarà Massimo di Clemente. Si tratterà di un’opportunità di riqualificazione non solo edilizia ma anche occupazionale, che darà lavoro a 120 figure professionali. Ricordiamo che Tecnomat ha in programma altre due aperture nel corso del 2022, a Ravenna e Rimini. SU BRICOMAGAZINE.COM TUTTI GLI AGGIORNAMENTI IN TEMPO REALE

20 | BRICOMAGAZINE Izzi Fai da Te: minibond da 600mila euro per finanziare lo ‘sconto in fattura’ Izzi Group è un retailer che opera nel settore del bricolage con tre punti vendita nelle province di Isernia e Aquila (Castel di Sangro e Venafro), ed è uno dei soci fondatori del consorzio Bricolife. L’azienda si è rivolta al mercato per finanziare lo ‘sconto in fattura’, ovvero per acquistare dai suoi clienti i crediti fiscali maturati attraverso l’acquisto di prodotti che beneficiano dei vari bonus fiscali. Per farlo ha scelto di adottare un metodo innovativo, ha lanciato un minibond sulla piattaforma di private debt Crowbond, che consente alle piccole e medie imprese di raccogliere capitali da investitori professionali e da particolari categorie di investitori retail. Nello specifico, i minibond sono obbligazioni o titoli di debito con scadenza a medio lungo termine emessi da società in cerca di capitali finanziari e si configurano come una fonte di finanziamento alternativa al credito bancario. L’offerta ammonta a 600.000 euro complessivi, è rivolta a investitori istituzionali, ha una durata di 30 mesi con un tasso di interesse del 4% annuo con tasso fisso e interessi anticipati, ed è suddivisa in lotti da 10.000 euro che rappresentano quindi il minimo valore d’investimento. NEWS Leroy Merlin Marcianise (CE): slittano ancora i tempi per l’apertura Avevamo già raccontato la vicenda del centro Leroy Merlin di Marcianise (Ce), all’interno del centro commerciale Campania, che era stato posto sotto sequestro a costruzione quasi ultimata per ‘presunte irregolarità nell’iter’, nella sostanza un conflitto di attribuzione su chi doveva deliberare sul permesso di costruire. Eravamo nel settembre del 2019. In seguito a questo provvedimento l’insegna francese prima propose al comune di arrivare a un accordo sulla base di una riduzione della superficie del negozio, poi, non ricevendo risposta, fece ricorso al TAR della Campania. Il tribunale amministrativo si è pronunciato nel dicembre 2021, confermando che la minore metratura avrebbe declassato lo store da “grande struttura di vendita” a “media struttura di vendita” e che ciò avrebbe assicurato a Leroy Merlin il rilascio della licenza. A questo punto il Comune di Marcianise, sentenza del TAR alla mano, avrebbe dovuto autorizzare l’apertura senza esitazioni, ma di fatto sono passati 6 mesi e nessuna procedura in questo senso è stata attivata, costringendo l’insegna a presentare un ulteriore ricorso al TAR della Campania per chiedere l’ottemperanza della sentenza, riservandosi ogni azione volta all’ottenimento del risarcimento dei danni che potrebbero ammontare a diverse decine di milioni di euro; l’udienza è prevista per luglio 2022. Nuovo negozio Würth a Milano CityLife (e altri due nell'anno) Würth Italia annuncia l’apertura del nuovo Würth Store in Via Emanuele Filiberto 11, a Milano CityLife, rafforzando la presenza di Würth nel capoluogo lombardo, in linea con il piano di espansione e sviluppo previsto fino al 2025. Lo store è infatti il secondo negozio inaugurato in centro città da Würth nel 2022, dopo l’apertura del Würth Store Express all’inizio dell’anno. Nel corso del 2022, Würth inaugurerà ancora due negozi a Milano, per stabilire un contatto sempre più prossimo con i propri clienti e per offrire un servizio completo e capillare sul territorio. Presso lo Store è inoltre possibile usufruire dei diversi servizi offerti da Würth, come il servizio click&collect – con cui ordinare la merce tramite Würth Online-Shop o Würth app e ritirarli in negozio in appena 60 minuti. Le referenze disponibili in pronta consegna sono oltre 5.000 ed è in corso una campagna promozionale fino al 30 giugno 2022. SU BRICOMAGAZINE.COM TUTTI GLI AGGIORNAMENTI IN TEMPO REALE

Interni Tappeti Coprisedili Esterni Elettrici Lampadine Garage Portaggio Ruote Tergicristallo Car care LAMPA S.p.A. - Viadana (MN) - 0375/820700 - info@lampa.it www.lampa.it LA PIÙ AMPIA GAMMA DI ACCESSORI AUTO, CAMION, CAMPER, MOTO, CICLO...

22 | BRICOMAGAZINE Sonepar acquisisce Majorano con i suoi 13 pdv nel Sud Italia e lancia il marketplace in Francia Sonepar Italia Spa e Majorano Spa hanno formalizzato l’accordo grazie al quale le attività di distribuzione di materiale elettrico di Majorano saranno trasferite a Sonepar Italia. Majorano, con sede a Napoli, è il polo di riferimento per il centrosud Italia nella distribuzione di materiale elettrico con 13 punti vendita nelle regioni Lazio, Campania, Calabria e Basilicata e un fatturato di circa 30 milioni di euro. Il passaggio avverrà tramite una nuova società, Elettrica Majorano Srl, che sarà parte di Sonepar Italia. Sonepar sviluppa il primo marketplace dedicato alla distribuzione professionale di materiale elettrico in Francia. Attraverso la crazione di questa piattaforma innovativa ecommerce – la prima ad essere compatibile con i metodi di acquisto B2B – Sonepar mira a fornire ai propri clienti l’offerta di prodotti e servizi più completa del mercato. Il lancio del marketplace è previsto per il quarto trimestre del 2022 e rientra nella strategia di trasformazione digitale del Gruppo: lo scopo è rendere Sonepar il primo distributore di materiale elettrico al mondo capace di offrire un’esperienza completamente digitalizzata e sincronizzata ai propri clienti. Q1 2022, vendite bricolage: giù in Francia, su in Spagna Le vendite delle insegne del bricolage in Francia, rilevate da FMB, la federazione dei retailer brico francesi, evidenziano per marzo 2022 un altro significativo calo delle vendite rispetto allo stesso mese dell’anno precedente: -7,2% in valore, -10% in volume. Questo risultato va a sommarsi a quelli di gennaio e febbraio, anch’essi col segno meno, configurando per il primo trimestre dell’anno in corso un parziale in forte arretramento: -6,1% in valore, -8,9% in volume. FMB sottolinea come i dati negativi in realtà vanno letti come un ‘ritorno alla normalità’ dopo due anni di vendite eccezionali, infatti il confronto con il primo trimestre 2019, ultimo anno ‘normale’, rimane ampiamente positivo (+16,8% in valore e dell’11,7% in volume). Positivo, all'opposto il dato spagnolo: secondo i dati condivisi da AFEB, l’Associazione dei produttori di bricolage e ferramenta, sembrerebbe un I trimestre positivo quello vissuto dal settore home improvement in Spagna, con una crescita attestata delle vendite di +5% sul 2021, trainata soprattutto dall’export che segna +13,25%. Una crescita che ha pervaso quasi tutti i canali considerati: +4,53% nel tradizionale, +4,04% nel professionale, +2,06% nello specializzato, +2% nel generalista. Solo l’online mostra infatti una flessione, pari a -5,48%, seppur sembra chiaro che abbia guadagnato molto peso negli ultimi anni. Assovernici lancia l’allarme sui rincari L’Associazione che rappresenta i principali produttori italiani del comparto vernici, Assovernici, richiama l’attenzione sull’importanza di arginare il fenomeno dell’aumento senza precedenti dei prezzi, delle tensioni nell’approvvigionamento delle materie prime e dell’impennata nei costi dell’energia con misure straordinarie. Le imprese non possono più assorbire gli incrementi, che a questo punto risultano esorbitanti. Dal 2020 si sono susseguiti continui rincari di molte materie prime utilizzate nel segmento vernici, associati alla difficoltà del loro reperimento. La situazione, che inizialmente nel 2020 sembrava temporanea, ha visto un ulteriore peggioramento nel 2022, con l’aggiunta dei rincari nella fornitura di energia e l’impatto economico della guerra in Ucraina, con effetti a catena e fuori controllo su tutti i settori. Nello specifico del comparto vernici, in poco tempo i solventi sono aumentati fino al 95%, la nitrocellulosa del 40%, le resine epossidiche fino al 110%, e l’ulteriore ondata di Covid-19 che sta vivendo la Cina sta ulteriormente riducendo le materie prime disponibili per il mercato europeo. Questo, senza contare che anche i prezzi degli imballaggi continuano a lievitare. NEWS SU BRICOMAGAZINE.COM TUTTI GLI AGGIORNAMENTI IN TEMPO REALE

LEAZIENDE INFORMANO CRIBEL® industrie per l’arredamento è una dinamica azienda del sud Italia che trova il suo successo grazie ad un’accurata e selezionata ricerca di prodotti d’arredo in linea con i più elevati standard qualitativi. La produzione, rinomata per l’efficienza organizzativa, assicura un magazzino rifornito di prodotti moderni caratterizzati da rigore estetico, solidità strutturale, elevata funzionalità, praticità d’assemblaggio ed eccellente rapporto qualità/prezzo. Una ventennale esperienza nel settore ha condotto l’azienda alla creazione di una vasta, diversificata e fidelizzata rete commerciale suddivisa tra grande distribuzione, arredo contract e retail. Il ruolo di CRIBEL è quello di porsi come partner del cliente con lo scopo di contribuire a far crescere il busiCRIBEL tavoli e sedute con stile e comfort Mobili e complementi d'arredo di design: sedie, tavoli, divani, poltrone da ufficio e relax, tavolini e accessori per arredare con stile e design.

ness attraverso articoli d’arredo sempre nuovi e tempi di consegna estremamente rapidi. In questi anni CRIBEL ha avuto un costante impulso innovativo che ha interessato tutta l’attività presentandosi come una realtà solida del settore, a dimostrazione di una flessibilità commerciale unita ad un accurato servizio post-vendita, ottenendo la fiducia del cliente e di un mercato in continua evoluzione. Questo sviluppo porta CRIBEL a ricercare e selezionare nuovi clienti con la certezza che la professionalità e le conoscenze acquisite fino ad oggi siano sempre di più la garanzia di un servizio migliore. Oltre 30.000 mq di superficie rappresentano le logistiche CRIBEL, suddivise nei magazzini di Taranto, Bari e Francavilla Fontana. TUONI nasce dall’esigenza di offrire soluzioni di design contemporaneo che fondono passione e praticità. Il brand è parte integrante del gruppo Lippolis che attraverso il marchio Cribel si è imposto a livello nazionale e internazionale come punto di riferimento per la produzione di sedie, tavoli, sgabelli e poltrone. I prodotti del brand TUONI vengono scelti per essere combinati in composizioni creative, congeniali per un utilizzo pratico ma efficaci nello stile. Linee attuali percorrono così sedie e sgabelli, riflettendo la stessa estetica, pulita ed essenziale, di tavolini, consolle e pouf. TUONI è un’offerta unica, una garanzia di qualità che riesce a coniugare rigore estetico e solidità strutturale. La produzione viene curata nei minimi dettagli, dal processo creativo alla consegna. cribel.it SHOWROOM DI 10.000 MQ Nella sede di Francavilla Fontana, la Cribel ha dedicato 10mila mq al suo showroom, un ampio spazio espositivo in cui vengono ricreati e rappresentati i diversi scenari, sia per abitazioni private sia per attività commerciali e ricettive. Ogni esigenza abitativa e di arredo è soddisfatta attraverso le diverse proposte del catalogo Cribel, sistemate e allestite per mostrare a architetti e interior design, o al cliente finale, ogni singola proposta di design per allestire hotel, ristoranti o altre strutture recettive o le abitazioni. Ambienti e stili differenti si susseguono all'interno dello showroom anche grazie all'ecletticità del catalogo Cribel, il quale spazia dagli arredi moderni a quelli dal sapore classico, da arredi dal design nordico e caldo a arredi contemporanei e minimal. Visitarlo equivale a vedere e toccare con mano il catalogo e riuscire a realizzare più facilmente le idee d'arredo e di design.

a 14ª edizione di Bricoday che si terrà a Milano il 6 e 7 ottobre 2022 presso il padiglione 3 di Fieramilanocity (PortelloCityLife) sarà la manifestazione fieristica dell'anno per la filiera distributiva del bricolage e un appuntamento chiave per molti settori attigui: illuminazione, elettrico, ferramenta, arredo casa, casalingo, garden.... L'evento 2022 acquisisce nuovi spazi (circa 1/3 in più dell'anno scorso) andando ad occupare per intero lo stesso padiglione in cui si era tenuto nel 2021 in concomitanza con Hardware Forum, con cui la collaborazione è cessata. Saranno oltre 320 le aziende espositrici, su un'area di circa 15.000 mq, con un netto incremento sia della varietà merceologica in esposizione, sia della profondità dell’offerta. I SETTORI IN MOSTRA Da sempre il focus di Bricoday è sui mondi dell'home&garden, ma quest'anno in particolare molti altri settori sono ben rappresentati. Citiamo in ordine sparso: illuminazione-elettricità-domotica, sistemazione, bagno, giardinaggio-outdoor, casalinghi, legno, edilizia leggera, vernici-adesivi, decorazione, arredi e complementi casa, pet, auto accessori. Nel tecnico in evidenza utensileria manuale ed elettrica, fissaggio, antinfortunistica, sicurezza, idrotermosanitario, ferramenta. In tutti i settori sono presenti i marchi leader con molte prestigiose new entry che certamente non sfuggiranno a chi ha già visitato Bricoday in passato: l'elenco completo degli espositori con schede merceologiche e anagrafiche dettaMai come quest'anno Bricoday rappresenterà il punto d'incontro per tutto il mercato del bricolage con una proposta ancora più ampia e profonda in moltissimi settori chiave. Oltre 320 gli espositori. L 26 | BRICOMAGAZINE di Massimo Casolaro EVENTI Bricoday 2022, crescono espositori e contenuti

gliate e motore di ricerca per categorie di prodotto è già online su bricoday.com. PROPOSTE PER LA DISTRIBUZIONE Un altro punto focale dell'offerta espositiva di Bricoday per il rivenditore indipendente è costituito dalla grande proposta di soluzioni commerciali e tecniche per orientare, completare, implementare il proprio business. Saranno presenti le principali insegne del bricolage con le rispettive offerte di affiliazione (Brico Ok, Brico io, Evoluzione Brico, FDT Group, Bricofer, Bricolife), interessanti proposte per la digitalizzazione del punto vendita (arredamento, digital signage, etichette elettroniche, software), servizi logistici e per l'ecommerce (dropshipping). ECOMMERCE IN PRIMO PIANO E proprio a proposito di ecommerce, sarà ampia e approfondita l'offerta per i rivenditori che operano anche (o solo) online, a partire dalla presenza dei principali marketplace attivi nel nostro settore: eBay, ManoMano, Aosom, BricoBravo. Sarà un'occasione imperdibile per avere un contatto a quattr'occhi con le proposte di questi player che diversamente è possibile contattare soltanto online. Inoltre il secondo giorno del convegno (il 7 ottobre) sarà interamente dedicato al mondo delle vendite online, con la presentazione dell'Osservatorio Multicanalità in Ferramenta oltre a tavole rotonde, seminari, case history. IL CONVEGNO Come tradizionalmente avviene da 14 anni, il convegno di apertura di Bricoday, la mattina del 6 ottobre, sarà l'occasione per fare il punto sui numeri del mercato, con l'analisi ragionata delle tendenze in atto e delle principali criticità. Torna l'Osservatorio a cura di Bricoday e Trade Lab su performance economiche delle insegne e sviluppo della rete, i dati del panel diy stores di GfK, e l'intervento più atteso, il nostro esperto di commodities che analizzerà i trend in atto nei settori delle materie prime, dei trasporti e delle forniture energetiche. Ma non è tutto, ci saranno altri interventi autorevoli in via di definizione che sveleremo più avanti. IL CONCEPT STORE Novità esclusiva della prossima edizione sarà il Bricoday Demo Store, un vero concept store costruito per l'occasione all'interno del padiglione. Attenzione, non parliamo di qualche allestimento parziale di lineari e corner promozionali, cose già viste in molte fiere, ma di un negozio completo di 350 mq, con le principali merceologie del bricolage, col bancone servito e l'area ristoro. Un vero concentrato di soluzioni innovative di visual merchandising spiegate al visitatore con una doppia didattica: una esemplificativa di quella da proporre al visitatore, una con indicazioni e consigli per i retailer che vogliono trarre ispirazione. E' un'iniziativa unica in Italia, dedicata soprattutto al mondo delle rivendite indipendenti che spesso e volentieri non dispongono delle risorse necessarie per commissionare costosi studi per il layout del proprio punto vendita. n BRICOMAGAZINE | 27 Novità esclusiva di Bricoday 2022 sarà il Bricoday Demo Store, un vero concept store costruito per l'occasione all'interno del padiglione, un negozio completo di 350 mq, con le principali merceologie del bricolage, col bancone servito e l'area ristoro.

a recente impennata del prezzo del gas in bolletta ha reso urgente un graduale abbandono delle fonti fossili per promuovere tutte le energie rinnovabili, sia quelle più moderne, ma anche le più antiche e mature, come i biocombustibili legnosi che assicurano continuità, stabilità e programmabilità, tre aspetti centrali per rendere la transizione ecologica realmente sostenibile e inclusiva. Per questo oggi sono fortissimi l’interesse e la curiosità verso il pellet e più in generale verso le forme di riscaldamento a legna e con i suoi derivati e per questo abbiamo ritenuto utile realizzare una guida, scritta per i buyer e gli operatori della grande distribuzione, ma utile per tutti, che contiene tutte le informazioni di base per capire come e secondo quali criteri effettuare la scelta corretta per le proprie esigenze. Nasce così Pellet Book, opuscolo che trovate allegato a questo numero di Bricomagazine, sia in versione cartacea che digitale, uno strumento realizzato in collaborazione da Piemmeti Spa, società del gruppo Veronafiere organizzatrice di Progetto Fuoco, AIEL Associazione Italiana Energie Agroforestali e Bricomagazine. Il pellet rappresenta un’opportunità commerciale da non lasciarsi sfuggire. Una merceologia per altro già ampiamente diffusa nei punti vendita del nostro canale distributivo, ma che può guadagnare nuovi spazi ed essere accompagnata da servizi a valore aggiunto. L 28 | BRICOMAGAZINE di Sara Cavallini EVENTI Da Progetto Fuoco a Pellet Book, biomasse protagoniste Bricomagazine ha collaborato con Progetto Fuoco alla realizzazione di Pellet Book, uno strumento di informazione tecnica e commerciale per contribuire alla formazione dei buyer del canale bricolage su un prodotto di grande attualità e interesse come il pellet.

Tra l’altro appartiene a quella categoria di prodotti che la distribuzione organizzata brico-garden ama particolarmente, perché genera visite ricorrenti in negozio e fidelizza il cliente. Il pellet però è un prodotto particolare, diverso dagli altri materiali di consumo che si vendono nei centri fai da te e richiede una serie di accorgimenti per proporsi al consumatore come fornitore ‘primario’ di un bene così importante come il combustibile usato per riscaldare la propria casa. Bisogna essere in grado di assicurare una disponibilità costante di materiale di qualità durante tutta la stagione termica, con variazioni di prezzo contenute e sempre in linea con quelle di mercato. Per fare ciò servono competenze, ma soprattutto occorre adottare un modello organizzativo basato sul prestagionale, appoggiandosi ad aziende qualificate, dotate di una struttura logistica decentrata che assicuri forniture regolari senza richiedere ordini troppo grandi, insomma bisogna costruire una vera partnership. n BRICOMAGAZINE | 29 Progetto Fuoco chiude in fiera a Verona con un grande successo di pubblico e operatori e torna ai livelli pre-Covid, bissando le presenze dell’edizione 2020. Un’iniezione di fiducia per il settore, che in Italia vanta un giro di affari di 4 miliardi di euro e 14 mila aziende, complice anche il grande ritorno di interesse da parte dei consumatori per legna e pellet. Il più importante evento mondiale dedicato al riscaldamento a biomassa, promosso da Piemmeti, si è tenuto dal 4 al 7 maggio e ha visto la presenza di più di 800 brand, con il 32% di operatori provenienti dall’estero. Numeri in linea con l’edizione precedente, quando gli operatori esteri erano il 36%, ma comprendevano anche un 6% di russi e ucraini. «Dopo due anni difficili segnati dalla pandemia torniamo ai livelli del 2020 e smentiamo chi faceva previsioni negative alla vigilia. Il settore del riscaldamento a biomassa, così come Progetto Fuoco che ne è punto di riferimento mondiale, sono in buona salute. Abbiamo lavorato seriamente insieme a tutti i partner coinvolti, che ringrazio, e i risultati si sono visti» dichiara Raul Barbieri, direttore generale di Piemmeti. Innovazione tecnologica e sostenibilità ambientale sono stati i temi al centro della manifestazione fieristica. Dalle stufe ai caminetti passando per caldaie, barbecue e cucine a legna e pellet: in prima linea in fiera, assieme alle grandi imprese, che da sempre collaborano per lo sviluppo del comparto, sono stati presenti giovani innovatori e startup. Queste ultime ospitate all’interno dell’Innovation Village, una “future showroom” con le migliori startup italiane. Progetto Fuoco (Verona 4-7 maggio) torna ai livelli pre-Covid CLICCA QUI PER SFOGLIARE PELLET BOOK

RkJQdWJsaXNoZXIy Mzg5ODQy